Informarsi sui bambini: libri per approfondire - Biblioteca De Amicis

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Sei in: Home  - SPAZIOGIOCO lud...  - Informarsi sui bambini: libri per approfondire  

Informarsi sui bambini: libri per approfondire

Proponiamo un elenco di libri con indirizzo pedagogico psicologico e sociale; la scelta dei libri è stata pensata per offrire un’opportunità di conoscenza, di riflessione da parte dei genitori che sono interessati e vogliono approfondire il mondo dell’infanzia, nel suo significato più ampio e complesso. Leggendo, si potrà attingere ad esperienze dirette, studi specifici su vari argomenti, orientarsi nello sviluppo dei processi di crescita infantile,  cogliere difficoltà e  disagi che i bambini incontrano nella loro crescita, con suggerimenti che possono migliorare la genitorialità e offrire spunti interessanti per stimolare e sviluppare nei bambini, creatività, fantasia, accoglienza, condivisione, collaborazione. L’elenco dei titoli dei libri andrà ampliandosi con titoli di recente pubblicazione che ci riportano in maniera stretta al vivere nell’attualità di una società in continua evoluzione per attuare strategie positive per contrastare situazioni di disagio.

 

Dalla parte delle bambine /  Elena Gianini Belotti 

Questo libro di Elena Gianini Belotti scritto negli anni settanta è stato una pietra migliare negli studi sociali di genere, adottato tutt’oggi in diversi corsi universitari, ribadisce come i condizionamenti culturali condizionino il corso dello sviluppo dei bambini e pone l’indagine sulle tradizionali differenze di carattere e di comportamento tra maschi e femmine che risultano non essere “fattori innati” ma il risultato di questi condizionamento. Dalla parte delle bambine perche la situazione è chiaramente a sfavore del sesso femminile. La cultura alla quale apparteniamo- come ogni altra cultura- si serve di tutti i mezzi a sua disposizione per ottenere dagli individui dei due sessi il comportamento più adeguato ai valori che le preme conservare e trasmettere: fra questi anche il mito della “naturale” superiorità maschile contrapposta alla “naturale” inferiorità femminile che ha elargito pregiudizi nei secoli passati e continua la sua influenza nel mondo odierno. In realtà non esistono qualità “femminili” e qualità “maschili”, ma solo qualità umane. Questa riflessione non per formare le bambine a immagine e somiglianza dei maschi, ma di restituire a ogni individuo che nasce la possibilità di svilupparsi nel modo che gli è più congeniale, indipendente dal sesso cui appartiene, sviluppando quelle particolarità e quei talenti che sono unici in ogni individuo.

Elena Gianini Belotti ha diretto dal 1960 al 1980 il Centro Nascita Montessori di Roma. Per molti anni ha insegnato in un Istituto professionale statale per assistenti all’infanzia. Collabora con quotidiani e periodici.

 Il significato del disegno infantile / Anna Oliverio Ferraris

Il disegno e la pittura nei bambini rappresentano la vita emotiva, la creatività, la personalità; legame indissolubile con il mondo dei bambini. Il disegno è indice della maturazione, della crescita emotiva, mezzo di indagine e di scambio con l’ambiente sociale e per il genitore, strumento di comprensione delle relazioni che si creano o che mancano tra adulto e bambino. Anna Oliverio Ferraris analizza disegni e pitture dei bambini dai primi scarabocchi, alle raffigurazioni più complesse in cui compaiono ritratti, prospettive spaziali, sequenze narrative, un uso immaginifico del colore. Un viaggio nell’esplorazione dell’universo infantile, aiutandoci a decifrare, attraverso il segno grafico, gli atteggiamenti che nascono dal rapporto con i genitori, con i fratelli, con i pari, con le insegnanti, ma anche disagi e carenze che derivano dal contesto socioculturale deprivato o con segni di malattia, ma anche il grado di creatività di chi vive in un ambiente ricco di stimoli e motivazioni.

 Dai figli non si divorzia / Anna Oliverio Ferraris

Il divorzio è un’esperienza dolorosa che mette in gioco l’equilibrio personale e quello dei figli allo stesso tempo testimoni e spesso “vittime” inconsapevoli dello sfaldamento della famiglia. Sensi di colpa, frustrazioni, incapacità di stabilire legami solidi e duraturi; sono questi i pericoli, come ci insegnano numerose testimonianze presenti nel libro, a cui va incontro chi ha sofferto la mancanza di una serena identità familiare. Questa riflessione aiuta a capire i grandi disagi come la perdita di saldi punti di appoggio e rituali quotidiani e permette di elaborare strategie per affrontare un tema così delicato e complesso.

Attraverso queste esperienze in prima persona, il libro offre una panoramica delle fasi e delle modalità del processo di separazione e, in questo modo, diventa un'utile guida per i genitori che stanno affrontando una prova comunque complicata e dolorosa.

 La forza d’animo / Anna Oliverio Ferraris

La vita riserva a tutti stress, passaggi impervi, bruschi cambiamenti, lutti, momenti difficili; a volte ci infligge veri e propri traumi, la cui gravità varia anche in funzione della nostra capacità di reagire. La forza d’animo (che con termine più specifico viene detta"resilienza"), cioè la resistenza alle avversità unita alla capacità di fronteggiare gli avvenimenti e ricostruire positivamente la propria realtà, è una qualità fondamentale e complessa, che va coltivata in noi stessi, nei nostri figli, nelle nostre famiglie. In essa giocano in delicato equilibrio fattori diversi: conoscerli è il primo passo per poi saperli attivare nella maniera più sana e più efficace quando sarà necessario. Perché “resilienti” si nasce, ma lo si può anche diventare, a qualsiasi età e in qualsiasi condizione.

Anna Oliverio Ferraris è psicologa, psicoterapeuta e professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo all’Università la Sapienza di Roma. Autrice di saggi, articoli e testi scolastici. Dirige la rivista “Psicologia Contemporanea”.

Raccontar storie /  Rita Valentino Merletti

Libro che tratta del racconto, dell’ascolto e dello stare assieme nella dimensione narrativa. Raccontare storie caratterizza l’essere umano; è un’arte antica e risponde ad una necessità profonda, crea un legame, una relazione empatica tra due o più individui. Il libro parla dell’origine delle storie, del tipo di fiabe,le motivazioni positive del raccontare diventando protagonisti e di ascoltare le storie dell’altro identificandosi e riflettendo sugli eventi. Viene elencata la scelta delle storie che si vogliono raccontare. Vengono elencati i criteri rispetto all’età di chi legge. Viene trattato il tema del come si raccontano le storie, qual è la maniera più efficace per coinvolgere i bambini. Imparare a raccontare storie significa coinvolgere il bambino in un mondo di fantasia e di creatività, gli permette di esporre le proprie paure e le proprie tensioni per riuscire a rielaborarle.

Rita Valentino Merletti: laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Torino, ha perfezionato la sua preparazione negli Stati Uniti, studiando e lavorando presso il Simmons College (nell’ambito dei programmi di Master in Letteratura per l’Infanzia) e presso la Boston University (nell’ambito della School of Education). In Italia ha pubblicato numerosi saggi, editi da Mondadori (collana INFANZIE e INFANZIE STRUMENTI). Collabora con le principali riviste di settore (Liber, Lg Argomenti, il PEPEVERDE), è responsabile di progetti di educazione alla lettura e conduce corsi di formazione per insegnanti, bibliotecari, educatori e genitori.

Genitori efficaci  /  Thomas Gordon

Una ben sperimentata proposta di metodo affinché, attraverso le pratiche educative del rispetto, dell'ascolto e della collaborazione nella soluzione dei conflitti e dei problemi, anche quello della famiglia diventi uno spazio creativo. Tutti incolpano i genitori dei problemi dei giovani e di quelli che i giovani sembrano causare alla società. Gli esperti, alla luce delle statistiche allarmanti sul numero sempre crescente di bambini e giovani che presentano disturbi emotivi gravi, entrano nel giro della droga o si suicidano, si lamentano: "è tutta colpa dei genitori". E quando i bambini vanno male a scuola o diventano degli emarginati irrecuperabili, insegnanti e funzionari scolastici sentenziano che "la colpa è dei genitori". Ma chi aiuta i genitori? Quanto impegno viene profuso nell'assisterli perché diventino più efficaci nell'educare i figli? E come un genitore può scoprire i suoi errori e conoscere le possibili alternative? Il contributo di questo libro, ormai un classico utilizzato in 37 paesi del mondo e tradotto in 18 lingue, sta proprio nel dare risposte concrete alle domande che i genitori pongono.

Thomas Gordon è psicologo clinico, stretto collaboratore di Carl Rogers, già presidente del California State Psycological Association. La sua specializzazione sono programmi di training per genitori ed educatori. I suoi metodi formativi sono studiati ed utilizzati  in tutto il mondo.

A mia madre mia prima maestra  /  Fernando Savater 

Dice Fernando Savater:- Non sono un esperto in pedagogia… né in nessun’altra cosa. Le pagine che seguono non vogliono essere una lezione per i professionisti dell’insegnamento, ma piuttosto parole di incoraggiamento e forse di preoccupazione rivolte a tutte le persone di buona volontà che hanno a cuore questo grande problema: l’educazione. Non c’è educazione senza maestri, ovviamente, ma neppure senza che padri e madri fungano da insegnanti o che tutti, giornalisti, artisti, politici accettino la dimensione pedagogica dei rispettivi ruoli. La convivenza democratica deve essere educativa, deliberatoriamente educativa, altrimenti non è più democratica.  Uno dei più bei libri di Savater, in cui affronta con radicalismo filosofico, i principali problemi dell'insegnamento e del suo rapporto con la società. «…una lettura piacevole e provocatoria, utile non solo a chi deve esercitare la funzione di genitore o di insegnante, ma a tutti coloro che, in un modo o in un altro, partecipano di quel grande organismo pedagogico che è la società» (Gianni Vattimo, 'L'Espresso).

 Fernando Savater è stato docente di Filosofia per più di trent'anni nei Paesi Baschi e presso l'Universidad Complutense di Madrid. Noto in tutto il mondo per il suo libro "Etica per un figlio" ("Ética para Amador"). È conosciuto per il suo pensiero libertario e anticonformista. Savater dimostra che la moralità è autonomia, capacità di non sottomettersi, amore di sé nel senso migliore del termine.

Bambini infelici  /  Heather Smith

Questo libro ruota intorno a tre questioni fondamentali: quali sono le situazioni che un bambino può incontrare durante la crescita e che possono costituire una minaccia per il suo benessere emozionale? Quali bisogni emozionali non sono stati soddisfatti? Cosa si può fare per aiutare quel bambino a recuperare il proprio equilibrio e andare avanti? Nel trattare tali questioni l'accento è sempre posto sui sentimenti del bambino, senza però escludere quelli dei genitori, poichè entrambi sono inevitabilmente intrecciati. Questo volume affronta i problemi emozionali dei bambini in profondità e prospetta una varietà di modi per fronteggiarla.

Heather Smith ha trascorso la maggior parte della sua vita professionale nelle Cliniche per i bambini e la famiglia in qualità di Assistente Sociale. Attualmente si occupa di consulenza terapeutica e svolge inoltre servizio di conciliazione presso il Tribunale.

Le regole del gioco /  Rossella Diana

Questo libro è rivolto a chi crede che le regole e la legalità siano valori educativi da coltivare e far crescere con fiducia e continuità. La ragione è tanto semplice quanto evidente. Siamo il paese con più leggi e meno senso delle regole, con più legami alla "famiglia" o al gruppo e meno vincoli per il bene comune, con più codice affettivo materno e meno codice normativo paterno. Le regole del gioco è una proposta metodologica a cui occorre avvicinarsi con il desiderio di vivere una nuova esperienza formativa. E' il primo manuale del genere in italia e necessita di educatori o genitori "sufficientemente imperfetti", che vogliano, insieme alle nuove generazioni, lasciare la palude delle abitudini acquisite, fuoriuscire dal labirinto vischioso dell'implicito che rende tutto approssimativo e arbitrario. Il coraggio dell'educatore sarà ripagato, nelle pagine di questo libro, dal consistente repertorio di idee e proposte di didattica attiva grazie alle quali potrà sperimentare, con i bambini e i ragazzi, che si cresce, anzi si diviene grandi davvero, quando si diventa capaci di accettare i limiti e le regole. Fino a concorrere, quando necessario, attivamente, da protagonisti, al loro cambiamento.

Rossella Diana è pedagogista, docente di scuola media superiore, esperta nel linguaggio teatrale. Impegnata nell’ambito dell’educazione alla Pace promuove e partecipa a progetti educativi e conduce stage di formazione per genitori, ragazzi, docenti, operatori sociali. Ha collaborato ad attività didattiche e di ricerca presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bari.

Imparare la Libertà /  Gherardo Colombo, Elena Passerini

Un manuale per educare senza punire, per comprendere la differenza tra sanzioni e punizioni e aiutare i bambini e i ragazzi ad imboccare la difficile strada della responsabilità. Educare i figli, aiutarli a crescere e a diventare cittadini responsabili è un compito molto difficile, come sa bene ogni genitore. Questo libro - nato dall'esperienza di un'insegnante, che è anche una madre, e di un ex magistrato, che è anche un padre e che si confronta quotidianamente con i ragazzi in incontri pubblici nelle scuole - vuole rappresentare un piccolo aiuto in questo complesso ma affascinante percorso educativo. Attraverso i dialoghi con bambini e ragazzi dagli otto ai diciott'anni gli autori parlano del ruolo dei genitori, del senso della cittadinanza, della formazione della coscienza civile e sociale, dei nuovi obiettivi della società del futuro, affrontando il tema della libertà come l'obiettivo vero e ultimo della crescita. Perché liberi si diventa, ma solo insieme.

Elena Passerini è stata insegnante di Storia e Filosofia al liceo. Ha pubblicato alcune opere di educazione socio-affettiva insieme al pedagogista Daniele Novara. E’ socia dell’associazione culturale Sulle Regole che lavora per la realizzazione di una società migliore costruita a misura della persona.

Gherardo Colombo è stato magistrato noto per aver condotto inchieste importanti sul crimine organizzato e la mafia. Presidente della casa editrice Garzanti. Per Salani ha pubblicato diversi libri.

Con voce diversa /  Duccio Demetrio, Mariangela Giusti, Vanna Iori, Barbara Mapelli, Anna Maria Piussi, Simonetta Ulivieri

Il titolo del volume, Con voce diversa, indica l’obiettivo principale che ci si è proposti: la differenza diviene una voce del dirsi e dell’essere in educazione, una riflessione sulla differenza di genere ma che intende indicare però altre differenze. Troviamo quindi un percorso plurimo, che riesce a testimoniare e a dare conto di molta parte del dibattito e della riflessione pedagogica sulle differenze sessuali e di genere che si sono svolte negli ultimi anni.

Duccio Demetrio è docente di Filosofia dell’educazione e di Educazione degli adulti presso l’Università di Milano Bicocca.

Mariangela Giusti insegna Pedagogia interculturale presso l’Università di Milano Bicocca.

Vanna Iori è docente di Pedagogia generale presso l’Università Cattolica di Brescia.

Barbara Mapelli insegna Pedagogia delle differenze di genere presso l’Università di Milano Bicocca.

Anna Maria Piussi è docente di Pedagogia generale presso l’Università di Verona.

Simonetta Ulivieri è docente di Pedagogia generale presso l’Università di Firenze.

Fuori dal silenzio /  Federica Filippini, Antonio Genovese, Federico Zannoni

Bambini e bambine cresciuti nel silenzio, sono i figli dell’immigrazione: prima di loro sono arrivati i padri e le madri, dalle vite sconosciute e dalle dure occupazioni. Ora, adolescenti e giovani adulti, chiedono di essere riconosciuti con le loro diverse ambizioni, con le loro inedite risorse, in un universo di riferimento globalizzato e fluttuante. Stretti da radici sotterranee o sporgenti, sono alle prese con un passato mai risolto e con un presente complesso: e fanno parte del nostro futuro. Definiti “gioventù smarrita”, “bombe sociali a scoppio ritardato” o “copie conformi” dei loro coetanei autoctoni, sono esplosioni di gioventù e di vitalità i cui tentativi di comunicare passano attraverso codici innovativi, a volte concilianti e a volte oppositivi. Questo volume vorrebbe far uscire dal silenzio le voci dei giovani figli degli immigrati, i loro desideri e le loro rivendicazioni, affinché possano in prima persona aiutarci a capirli, a rispettarli e ad ascoltarli: a loro abbiamo chiesto di rispondere alle nostre domande, di raccontarsi e di scrivere interventi di proprio pugno. Ne emerge un invito a guardare con occhi nuovi e con maggiore fiducia il nostro contesto sociale, all’insegna di un futuro che vorremmo interculturale.

Federica Filippini Professoressa a contratto alla Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Si occupa di minori italiani e stranieri in difficoltà, disagio giovanile, trasformazione e gestione dei conflitti sociali, educazione alla Pace.

Antonio Genovese è stato Professore Ordinario di Pedagogia Interculturale alla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Si occupa di interculturalità, processi migratori e ripercussioni sui fatti educativi e sociali.

Federico Zannoni dottorando in Pedagogia nel Diparimento di Scienze dell' Educazione dell’Università di Bologna. Si occupa di stereotipi e pregiudizi etnici dell’età evolutiva ed adulta, figli di immigrati, conflittualità e mediazione sociale, minori stranieri e scuola.